Ecopolis NEWS‎ > ‎

Miasmi discarica: denuncia degli abitanti de La Martella

pubblicato 24 giu 2010, 02:19 da Angolo Orso

Spett.le

Sig. Prefetto

di Matera

 

Spett.le

Sig. Sindaco

del Comune di Matera

 

E p.c.

Organi di stampa

 

 

Matera, lì 18 giugno 2010

 

Oggetto: Miasmi provenienti dall’impianto di stoccaggio di rifiuti solidi urbani de La Martella. Lettera-denuncia per quanto successo la sera del 17 giugno 2010

I sottoscritti abitanti del Borgo La Martella intendono, con la presente, denunciare pubblicamente quanto accaduto nella sera e nella notte del 17 giugno scorso.

Dalle ore 20.30 circa in poi, con continue e sempre più intense folate, si è avvertita una insistente e fortissima presenza maleodorante nell’aria. Il fenomeno si è protratto per tutta la serata, tanto che molti abitanti hanno avvertito nausea e lievi giramenti di testa dovuti all’insistente e penetrante tanfo.

Peraltro, in considerazione della concomitante presenza di un alto grado di temperatura e un forte tasso d’umidità, i cittadini del Borgo non potevano provvedere a chiudere balconi e/o finestre per limitare lo sgradevolissimo olezzo. Pertanto i cittadini, bambini, neonati e anziani compresi, hanno dovuto convivere e sopportare tale presenza senza alcuna possibilità di difesa.

A tal proposito un cittadino, preoccupato per l’intensità e il perdurare del fenomeno, ha richiesto l’intervento di una pattuglia della Polizia di Stato –servizio 113- che, dopo aver constato l’intensità e il fastidio di quanto segnalato telefonicamente al servizio in parola, ha provveduto a redigere una formale segnalazione.

Alla luce di quanto segnalato in precedenza, i sottoscritti CHIEDONO urgentemente:

·           Un’approfondita indagine da parte del destinatario;

·           Un’immediata cessazione di questa sgradevole presenza;

·           Ogni altro passo teso affinché lo stesso non abbia più a ripetersi in futuro.

I sottoscritti saranno particolarmente VIGILI in questi giorni, al fine di evidenziare il reiterarsi di tale fenomeno e provvedere di conseguenza a un’EVENTUALE formale denuncia dell’accaduto a tutti gli Organi Competenti.

 

Cordiali saluti

(seguono firme di 117 residenti)

Comments