Ecopolis NEWS‎ > ‎

Lettera aperta al Sindaco di Matera

pubblicato 12 ott 2010, 03:16 da Angolo Orso   [ aggiornato in data 12 ott 2010, 03:59 ]
Il Dott. Massari  ha inviato una lettera aperta al sindaco di Matera per sensibilizzarlo sulle tante problematiche che interessano i borghi materani, con particolare riguardo a La Martella.
Pubblichiamo volentieri.                                                                                                          
 
 
 
Al Sindaco di  Matera
On. Salvatore Adduce

Matera 11 ottobre 2010

 

Signor Sindaco,

Le scrivo questa lettera aperta per evidenziarle alcune problematiche riguardanti i cittadini residenti nei Borghi La Martella, Picciano, Venusio; quartieri che sono parte integrante dell’identità civile e culturale della nostra città nonché della storia urbanistica di Matera. Borghi periferici che sono stati spesso dimenticati dalle precedenti amministrazioni, assenti nella programmazione e realizzazione di opere di riqualificazione e di manutenzione straordinaria delle infrastrutture, nel potenziamento dei servizi pubblici, ovvero nella realizzazione di interventi in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini residenti.

Le ricordo che, consci di tale status quo, la coalizione di Centro Sinistra, della quale Lei ed io facciamo parte, ha posto, in sede di stesura del proprio Programma di Governo, una particolare attenzione alle problematiche dei quartieri periferici della città. Oggi credo che sia tempo di attuare tali propositi, partendo anche da piccoli interventi e provvedimenti che, nei limiti delle risorse disponibili, possono contribuire a rendere più vivibili i nostri Borghi; mi riferisco, in particolare : agli interventi di manutenzione delle poche strutture pubbliche presenti (scuole); alla realizzazione di centri di aggregazione sociale, completamente assenti; alla manutenzione (indifferibile!) delle strade e delle aree verdi; al potenziamento del servizio di pattugliamento e presidio del territorio da parte della Polizia Municipale; al miglioramento del servizio di trasporto pubblico.

Mi rendo conto che parliamo di problemi consolidatisi nel corso del tempo, tuttavia, oggi, quale Sindaco di questa città, Le chiedo di affrontarli, di concerto con la Giunta Comunale, con determinazione e con la caparbietà che da sempre Le riconosco. Ho apprezzato e condiviso l’ampliamento, ai Borghi, del servizio di raccolta “porta a porta”, un provvedimento in grado di coniugare efficienza del servizio ed incremento della quota di raccolta differenziata, nell’interesse dell’intera comunità cittadina. Per contro, devo, invece, chiederLe di “accelerare” la definizione dei provvedimenti inerenti la gestione dell’impianto di compostaggio e della discarica del Borgo La Martella, (per cui Lei ha proposto una soluzione, da me condivisa ed auspicata, che prevede la chiusura del primo e la delocalizzazione della seconda ),dai quali potremo finalmente conoscere i tempi di attuazione. Così come devo sollecitarLe la definizione delle procedure per consentire, dopo anni di annunci, l’apertura della Farmacia Comunale al Borgo La Martella, che con i suoi 3.000 abitanti rappresenta il Borgo più densamente popolato della città.

Devo ,inoltre, evidenziarLe le carenze del servizio di trasporto pubblico, problematica che puntualmente si ripropone all’avvio di ogni anno scolastico, in particolare per il Borgo La Martella dove risiedono molti nuclei familiari con figli in età scolare. Studenti  che, giornalmente, si riversano negli istituti medi e superiori della città utilizzando le insufficienti “linee” programmate dalla CASAM. Un servizio, ed è questo l’aspetto più delicato, effettuato con autobus che non consentono ai ragazzi/utenti di viaggiare in sicurezza, atteso che, specie nelle corse a ridosso degli orari scolastici di ingresso ed uscita, sono costretti ad effettuare la “corsa” in piedi, stipati, percorrendo tratti di strada extra-urbana con grave rischio per la propria incolumità. Un servizio inefficiente che non prevede, neanche in tali orari di punta,  “corse” dirette tra il Borgo La Martella e la Stazione attraverso la salita di contrada Pozzo Misseo; soluzione, quest’ultima, che comporterebbe un notevole risparmio di tempo per gli utenti ed un conseguente incremento nell’utilizzo di tale mezzo di trasporto per il gestore del servizio.

Concludo, infine, questo nota, - che vuole porre, in termini costruttivi, le priorità di tali quartieri periferici -, con il tema del Verde Pubblico, importante indice della qualità della vita di una comunità. La manutenzione delle rare arre verdi presenti nei Borghi, complessivamente poco attrezzate (in particolare per i bambini) è, ormai, affidata all’impegno di privati cittadini e delle associazioni di volontariato che da sempre, con poche risorse e grande impegno, suppliscono alle carenze dell’amministrazione comunale; su tale tema, credo che la nostra amministrazione, debba fare di più attraverso, ad esempio, un utilizzo più efficiente delle risorse di cui dispone. Per questo ritengo sia necessario adibire, una parte del personale oggi presente all’interno del settore igiene urbana, alla manutenzione dei Parchi e delle aree verdi di tutta la città, soluzione che potrà consentire, senza aggravio di costi per le casse comunali, una migliore fruizione delle stesse.

Cordialmente.

                                                                                                  Il Presidente del Gruppo Consiliare

                                                                                                                      Dott. Vincenzo Massari
Comments